Archive for dicembre 2007

Weekend con il morto (Horror_Tourism)

2 dicembre, 2007

twin towers crash02_911_ground_zero03.jpg

Cerchiamo sempre di indagare il tema “Talking City” in termini critici e costruttivi facendo emergere ciò che le città e i territori fanno (o cercano di fare) per recitare un ruolo attivo nello scenario italiano o internazionale, ma non possiamo esimerci dal tentare una riflessione “laterale”. Non intendiamo essere cinici, ma soltanto realisti nell’osservare che un importante flusso mediatico e, conseguentemente, turistico si attiva sempre di più nei confronti di luoghi dove si è svolta una tragedia. E quanto più questa tragedia è potente, toccando nel profondo la sensibilità dell’opinione pubblica, tanto più questo flusso è forte. E tanto più questo flusso è forte e duraturo, tanto più i luoghi, più o meno consapevolmente, si strutturano per accoglierlo, per soddisfare le esigenze degli horror_tourist e, in fondo, per sfruttarlo in termini economici.
Un ricercatore deve riuscire ad essere lucido e obiettivo, non cadere nella rete dell’emotività se vuole capire un fenomeno e superare lo stupore iniziale, forse anche l’incredulità, per riuscire a comprendere il senso e creare un punto di discussione.

Dall’11 settembre 2001 in poi tutto questo comincia a essere evidente, cioè da quando una zona di New York cambia nome e da quartiere delle Twin Towers diventa “Ground Zero”. Elaborato il super-lutto globale e metabolizzato il parallelo intervento militare in Iraq, che non offre più gli spunti clamorosi degli imponenti bombardamenti-show, rimane un flusso costante di turisti che passano silenziosamente, ma copiosamente, sullo stage dell’attacco terroristico più grave dell’era moderna. (more…)

Annunci